venerdì 21 giugno 2013

Smoda Pride 2013 - Glitter edition

Nel post precedente vi avevamo lasciato con le foto del backstage di Smoda Pride 2013. Oggi finalmente, dopo aver risolto i problemi che affliggono la mia connessione internet, posso farvi vedere le foto ufficiali della sfilata.
10 stilisti e un unico tema in comune: il mondo LGBT. Abiti particolari all'insegna di una sfilata stravagante.
Presentatrice della serata Lady Greg in abito rosso-bordeaux con bustino e scarpe mozzafiato da rompersi l'osso del collo.

Primi abiti in passerella quelli di Margherita Chiaramonte. "L'ispirazione mi è venuta dal mondo del circo e del burlesque, volevo trasmettere la libertà di esprimere se stessi e la propria stravaganza" (piccolo commento rubato alla stilista prima delle prove finali, dietro le quinte). Palloncini, coriandoli, calze a righe, corpetti e trucco da clown i punti forte della sua collezione.

Secondo in passerella Francesco Iannì (Vitamin F) con la sua collezione uomo gay, un beachwear dai colori accesi e una creazione dedicata proprio al Pride che richiama i colori della bandiera della pace. In accordo con la strada da sempre percorsa da Smoda, Francesco ha anche utilizzato materiali riciclati per le sue creazioni.

Rimanendo in tema di materiali riciclati, hanno sfilato le creazioni di Nello Costa & Marisa Massarelli. I materiali da loro utilizzati sono il nastro segnaletico e i tubi d'incasso. I due modelli sono stati selezionati dalla giuria come vincitori della competizione e sfileranno sul carro STAY QUEER STAY REBEL durante il Pride Parade del 22 Giugno 2013

Insieme ai due abiti precedenti sfileranno sul carro anche le creazioni di Marika Caiola: due simpatici Drag King dagli abiti geometrici e i cilindri fuori misura.
Nella foto in basso i due Drag King sono accompagnati da un'interpretazione particolare dell'artista Frida Kahlo in cui uomo e donna si fondono.

Anche Magazzini Anita ha proposto per Smoda 2013 un incrocio tra uomo-donna

Alice Cammarata si è ispirata al film "Il quinto elemento" per la realizzazione della sua tutina futurista


Roberta Failla ci presenta una sposa con un abito non convenzionale, addio bianco candido, avanti il nero! A seguire una rivisitazione della maglia metallica realizzata con gli anelli delle chiavi e applicata al pantalone. 



Non possono mancare le scarpe sulla passerella di Smoda 2013, ma sicuramente non dei modelli classici. Giulio Gagliano fa sfilare l'uomo con le sue creazioni, le prime ispirate a Frankenstein, seguite da un trionfo di glitter. Notate per caso un tacco un po' particolare????
Per Antonella Carlo Stella una creazione ispirata alla tradizione inglese, e di certo non poteva mancare l'iconico baffo, anche sulle donne!
Ultima stilista della serata, Sofia Farruggio, con la sua creazione dalle fantasie paesaggistiche. E anche qui i ruoli si invertono, è l'uomo ad indossare l'abito da donna.


E  conclusione della sfilata gli angeli creati da Sabluk bodypainting, simbolo di uguaglianza...

Una sfilata-performance che ha saputo rispecchiare l'idea di libertà di espressione e uguaglianza che sta alla base del Pride, ma che dovrebbe essere anche alla base della nostra civiltà.

5 commenti:

  1. Belle foto e bell'articolo ;) Grazie per averne parlato!!
    xoxo
    Giulia

    RispondiElimina
  2. Ottimo articolo! :)

    RispondiElimina
  3. Lady Greg è meravigliosa... io invidio una cifra le drag, la stragrande maggioranza di quelel che ho conosciuto sta sui tacchi molto ma molto meglio di me :D

    RispondiElimina
  4. Ciao ragazze! Sono arrivata a voi tramite l'iniziativa "Sicilian blogger day" a cui però non ho potuto partecipare, spero ci sia un'altra occasione... Anch'io sono siciliana ed ho un blog di ricette sui dolci ma sono molto appassionata anche di moda e make-up, per questo ho deciso di seguirvi.
    A presto
    Simona

    RispondiElimina

Dimmi che ne pensi :)

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...